Come pescare il Luccio

In questo articolo vi diamo un consiglio di come iniziare a pescare il luccio, gli orari,l attrezzatura e soprattutto come trattarlo una volta fuori dall’acqua:

Orari

Iniziamo a parlare dell’orario , un orario ideale per la pesca spinning non esiste dipende dal predatore che si vuole insidiare dalla stagione, dalle temperature (aria e acqua) dall’ambiente, dalla luna e queste variabili sono piuttosto importanti, nel periodo che è freddo è meglio andare a pescare nella fascia più calda della giornata dalle 11.00 alle 15.00, però parliamo del luccio, un pesce lunatico e imprevedibile, quindi ci si può aspettare di tutto, personalmente mi è capitato che mentre ero a persici  mi ha mangiato su un falcetto piombato.In estate di norma i predatori si insidiano alba e tramonto ma il bello è che una regola fissa non esiste, è capitato a un nostro amico di prendere il luccio dopo che alla notte aveva piovuto.

Attrezzatura

Come filo consigliamo la treccia e soprattutto grossa perché usando si risparmiano molti soldi, si porta a riva gran parte degli artificiali per  incagliati e non avendo  problemi a forzare il luccio. Sapendo che il luccio frequenta posti con ostacoli, la treccia si userà quindi per evitare di lasciare l’artificiale in bocca al luccio (che è una specie in pericolo), è bene controllare che non sia troppo usurato e, nel caso togliere qualche metro e girare la treccia.Se peschi a casting ti consigliamo minimo 50 libbre,se peschi a spinning almeno 40 libbre,se il mulinello è capiente puoi tranquillamente salire, come marche eviterei i cinesi, utilizza un power pro e vai sul sicuro. Oltre alla treccia, ci vuole un cavetto che consiglio di metterlo sempre e con qualsiasi esca, anche se peschi in ambienti dove ci sono lucci il cavetto ci vuole,magari evitando quelli che si comprano nei negozi da cinquanta centesimi a 2 euro perché è capitato che si aprirono, conviene appunto costruirseli. Se dobbiamo pescare il luccio non può mancare un paio di pinze a becchi lunghi di almeno 25 centimetri, perché il luccio ha la fastidiosa abitudine di inghiottire l’esca quindi i cavetti non troppo corti seno diventa impossibile operare per “via bocca” e quindi appunto le pinze ti permetteranno di slamarlo facendo passare le pinza dalle branche facendo attenzione a non danneggiarle, uccideresti il pesce.La canna deve essere potente, in grado di girare la testa ad un luccio di un metro e di portarlo all’opercolare in pochissimo tempo. Quindi per pescare il luccio meglio comprare una canna economica ma potente,come esche artificiali utilizzerei un paio di martin 20-28 per iniziare, dopo aver preso un pò di praticità si possono usare queste esche della rapala e storm che abbiamo scritto in questo articolo, un paio di spinnerbait (robusti non da Bass), uno o due ondulanti e qualche shad da 5-6 pollici con coda a timone montati su testa piombata o jig.





Come trattarlo

Il luccio se è di buona taglia consiglio la presa opercolare che ha il vantaggio di tenergli la bocca aperta,agevolando la slamatura,se il luccio è piccolo prendilo per il copino. Il luccio non deve assolutamente cadere a terra, se si agita stringilo forte, evita di metterlo per terra se ci sono stecchi,pruni o elementi che potrebbero danneggiarlo. Dopo averlo slamato appoggialo in acqua per far si che si ossigeni fino anche lui non deciderà di partire deciso.

Adoro tutte le tecniche di pesca a 360 gradi, anche se sono ossessionato per lo spinning, in particolare per il bassfishing. Sono molto affascinato dell'artificiale in se, come esca, dove nel tempo libero mi cimento nello studio e nell'autocostruzione di questi piccoli gioielli.

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui