Come pescare a drop shot attrezzatura Montature

Come pescare a drop shot


Come si pesca a drop shot? In questo articolo andremo a vedere in particolare questa tecnica di pesca,spiegheremo che tipo di ami utilizzare, i diversi tipi di piombi, quale mulinello e canna fanno al caso suo. La pesca a drop shot è una tecnica che va a rivolgersi ai pesci di tutte le taglie da quello più piccolo a quello più grande e spesso molte persone credono che un black bass di misura non prenda neanche in considerazione un’esca cosi piccola, cosa sbagliatissima in quanto può essere l’unico metodo per fare il big della giornata.

Questa tecnica viene utilizzata tantissimo anche nei tornei, basta vedere Aaron Martens e Takahiro Omori dove si portano a casa migliaia di dollari e trofei. La pesca a drop shot è stata inventati secoli fa, dove al posto di utilizzare un’esca di silicone si utilizzava un’esca viva, con il passare del tempo e le nuove invenzioni si ha iniziato a sostituirla con una softbait, il tutto nato dal Giappone e successivamente diffuso nel resto del mondo.

Tra le molte tecniche di pesca che ci siano quella a drop shot fa parte sicuramente tra gli approcci più versatili che ci siano, con moltissime combinazioni  di ami, piombi e un infinità di esche di tutte le misure e colori. Molte delle mie uscite di pesca quando il problema è di  “fare pesce” e quindi fare un buon numero di bass il drop shot è stata la mia soluzione.

  • Cosa si intende con drop shot?

Con il termine Drop shot si va intendere uno spezzone di filo che può essere tranquillamente il fluorocarbon di diametro piccolo con un peso attaccato all’estremità del filo madre circa 45 cm di lunghezza. Questo vuol dire che il piombo andrà a toccare il fondo e mentre noi daremo dei colpetti brevi con la punta della canna l’esca sospesa inizierà a muoversi dal basso verso l’alto simulando un pesciolino ferito e morente. La chiave di questa tecnica è proprio questo approccio dell’esca ovvero il fatto che presentiamo un pesce morente e ferito in maniera lenta può rendere attivo anche i bass più apatici.

Attrezzatura per la montatura Drop Shot

  • Amo da drop shot

Come ami da drop shot io utilizzo il numero 2 come riportato in foto, uso Gamakatsu perchè è una sicurezza nella pesca ami veramente eccezionali sottili e resistenti. Per quanto riguarda la misura dell’amo dipende ovviamente anche dalla grandezza e dal tipo di esca che andremo a utilizzare. Si possono usare i classici ami da wacky rig oppure quelli che utilizziamo per l’innesco a texas magari sfruttandolo per l’anti incaglio, questo dipende tutto da dove e cosa andiamo a pescare. In commercio si trovano anche  ami appositi con una girella dove si va ad attaccare lo spezzone del filo e il filo madre oppure ami particolari che garantiscono che l’esca stia sempre a 90° rispetto allo spezzone del filo.

  • Piombo da drop shot 

Il piombo dipende da dove andiamo a pescare, ovvero la profondità, normalmente non si va mai sopra ai 15 gr  si resta sempre tra 5-7-10 gr che sono più che sufficienti per raggiungere qualsiasi tipo di fondale. Ci sono due tipi di piombi a sfera e a barile ( forma cilindrica), la particolarità della forma a sfera è che ci ritroviamo con un affondamento molto lento però facilmente incagliabile invece il piombo a forma cilindrica diminuisce le possibilità di incaglio e raggiunge il fondo più velocemente causato dalla sua forma.

  • Esche da drop shot

Le esche utilizzate in questa tecnica sono le softbait ovvero esche siliconiche. Dipende moltissimo da che pesce andiamo a insidiare, normalmente si va ad utilizzare esche molto piccole che emettono molte vibrazioni cosa importante perchè trovandoci nel fondale dobbiamo attirare il predatore, le combinazioni sono infinite, si può utilizzare anche esche di grandi dimensioni che possono risultarsi ottimi in quanto emetterebbero un movimento molto ondulatorio. Sulle misure delle esche si parla restando sempre sui 4-6-7 pollici.

  • Mulinello da drop shot

Ci sono moltissimi mulinelli che vanno bene per questa tecnica, la cosa fondamentale è che si utilizza una bobina da 2500 dove andremo a riempirlo con 50 o 100 metri di treccia del 0.12

In commercio ne troviamo a bizzeffe però c’è da dire che non tutti sono uguali, io personalmente preferisco un mulinello da spinning leggero e fluido e veloce, potrebbe essere tranquillamente lo Stradic della Shimano 2500. Ma ne troviamo anche di meno costosi molto validi come:

  1. Shimano Sedona 2500
  2. Daiwa Revros 2000
  3. Okuma Ceymar C-30
  • Canna da drop shot

La canna è un elemento fondamentale e importantissimo, qui dobbiamo avere una canna da spinning leggera e sensibile. Si parla di canne da 6’10 “-7 ‘ pollici con un cimino molto sensibile e morbido in modo che dobbiamo sentire qualsiasi piccola mangiata. L’altra parte essenziale che deve avere la canna è un corpo abbastanza forte da poter tirare su il pesce, per vedere se ha queste caratteristiche si può semplicemente provare a schiacciare il pavimento con la canna e vedere che curva fa mentre si chiude. In commercio canne da drop shot che iniziano a essere valide c’è ne sono molte, si parla di un budget almeno di 100-150 euro molto buone quelle della linea rapture, se invece volte qualcosa di più andate su G loomis


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.